Fiume Aniene

Il fiume Aniene nasce sul Monte Tarino, nel bel mezzo dei Monti Simbruini, sul confine tra il Lazio e l’Abruzzo, tra le province di Roma e Frosinone. La sorgente, che prende il nome di Capo Aniene o Sorgente di Riglioso è posta a circa 1200 metri. Il Simbrivio nasce, invece, a Vallepietra, con precisione dal Monte Autore e confluisce nell’Aniene in località Comunacqua, nel comune di Trevi nel Lazio. Dopo un percorso di circa 99km, giunto a Roma, confluisce nel Tevere, di cui è uno dei maggiori affluenti.

Famosa la cascata di Tivoli, in cui l’Aniene si getta in un salto di circa 120 metri, si attesta tra le più alte d’Italia. E’ di origine artificiale, voluta nel 1826 da papa Gregorio XVI, per porre rimedio alle numerose inondazioni che avevano devastato la città.

Il bacino idrografico dell’Aniene interessa ben 70 comuni, tra le province di Roma, Frosinone e Rieti, con un’estensione di circa 1450 km quadrati, pari all’8% circa dell’area interessata dal Tevere.

I Comuni maggiormente interessati dal passaggio del fiume sono istituzionalmente uniti nella Comunità Montana dell’Aniene, composta da 31 comuni, tra cui, ovviamente Subiaco. L’ente si occupa di valorizzare il patrimonio storico, artistico e naturalistico del territorio della Valle, rispettandone e tutelandone le peculiarità ambientali e le tradizioni locali.

La Valle dell’Aniene offre la possibilità agli amanti dello sport all’aria aperta di svolgere numerose attività a stretto contatto con la natura. Numerosi i percorsi naturalistici, di diverse difficoltà, adatti agli amanti del trekking, ma anche a chi vuole dedicarsi ad una rilassante e salutare passeggiata nel verde. Mountain bike, arrampicate, speleologia, ma anche il parapendio, il brivido di vedere la valle dall’alto, da provare almeno una volta nella vita.

Numerosi gli sport acquatici, come ad esempio il soft rafting, organizzato da esperti team di Subiaco, che forniscono l’attrezzatura e una professionale guida fluviale, per vivere in massima sicurezza l’avventura lungo le rapide del fiume. Mentre il gommone rimbalza sull’acqua e gli schizzi si perdono nell’aria, il silenzio e il verde tutto intorno. Un’esperienza emozionante.

Le acque navigabili, rendono l’Aniene meta degli amanti della canoa e del Kayak, con percorsi che partono da Ponte San Francesco a Subiaco.

Indirizzo: Località Subiaco
00028 - Subiaco (Roma)

Mappa

Natura

Laghetto di San Benedetto

Laghetto di San Benedetto

Dal Monastero di Santa Scolastica, è possibile intraprendere una piacevole passeggiata per raggiungere il laghetto di S. Benedetto, un grazioso specchio d'acqua, immerso nella placida natura tipica dell'area. Salici e pioppi dal verde brillante, negli angoli dove il sole riesce a filtrare,…

Località Campo dell'Osso - Monti Simbruini

Località Campo dell'Osso - Monti Simbruini

Campo dell'Osso, località appartenente al comune di Subiaco, si trova sulla Via dei Boschi, una caratteristica strada circondata dal verde nelle stagioni calde e ricoperta da un manto nevato nei mesi invernali, che collega Monte Livata agli impianti sciistici della Monna dell'Orso. Il…

Monte Livata

Monte Livata

Nota meta sciistica in inverno, dalla primavera all’autunno Monte Livata a Subiaco offre un ambiente naturale unico e suggestivo. Si tratta del luogo ideale dove perdersi in piacevoli passeggiate, tra una splendida faggeta, le radure ed il sottobosco e scoprire paesaggi mozzafiato, colorati in…

Mulino Carlani - Centro Rafting

Mulino Carlani - Centro Rafting

Nell'area dei vecchi opifici di Subiaco, tra il centro storico ed il fiume Aniene, si trova l’antico mulino Carlani, realizzato per volontà del cardinale Barberini, che volle rivitalizzare l’area produttiva di Subiaco. Recentemente riqualificato è la sede del Centro Comunale…

Parco Regionale dei Monti Simbruini

Parco Regionale dei Monti Simbruini

Con i suoi 30.000 ettari di estensione, di cui fanno parte sette Comuni - Camerata Nuova, Cervara di Roma, Jenne, Subiaco e Vallepietra in provincia di Roma, Filettino e Trevi nel Lazio in provincia di Frosinone-  il Parco dei Monti Simbruini è la più grande area protetta del Lazio.…

Sentiero Naturalistico

Sentiero Naturalistico "La Parata"

Il sentiero naturalistico La Parata, che ha subito di recente un intervento di riqualificazione, conduce dall'antica area industriale di Subiaco, nota come area degli opifici, fino al laghetto che da il nome al sentiero stesso. Precisamente il sentiero parte in prossimità del ponte di Sant’Antonio…

Il Cammino di San Benedetto

Il Cammino di San Benedetto

Il Cammino di San Benedetto è un cammino religioso naturalistico di 300 km circa , pensato per unire, attraverso sentieri e strade secondarie e sterrate, i tre luoghi fondamentali in cui è nato e si è sviluppato il movimento benedettino: Norcia, luogo natale di San Benedetto, Subiaco,…