borgo medievale degli opifici centro rafting mulino carlani chiesa di san lorenzo monastero di san benedetto cappella della madonna monastero di san benedetto chiesa superiore monastero di santa scolastica chiostro cosmatesco monastero di santa scolastica chiostro gotico ponte medievale di san francesco la rocca dei borgia sala dei banchetti la rocca dei borgia sala della commenda la rocca dei borgia vista dell'orologio

Borgo Medievale degli Opifici.

Mulino Carlani - Centro rafting.

Chiesa di San Lorenzo.

Monastero di San Benedetto
Cappella della Madonna.

Monastero di San Benedetto
La Chiesa Superiore.

Monastero di Santa Scolastica
Il Chiostro Cosmatesco.

Monastero di Santa Scolastica
Il Chiostro Gotico.

Ponte Medievale di San Francesco.

Rocca dei Borgia
Sala dei Banchetti.

Rocca dei Borgia
Sala della Commenda.

Rocca dei Borgia
Il Giardino dell'Orologio.

"Borghi in Cammino nel Lazio"-il borgo di Subiaco

Pubblicato il 28/09/2017 17:39

Ieri 27 settembre 2017 in tutto il mondo si è celebrata la Giornata mondiale del Turismo e Subiaco era interessato dal Press Tour organizzato dall'Agenzia Regionale del Turismo.

Sul Corriere della Sera un articolo intitolato proprio “ Lazio, borghi in cammino verso la bellezza”, per spiegare il progetto della Regione Lazio ed il grande piano di promozione turistica incentrato sul meraviglioso patrimonio culturale, artistico e paesaggistico della regione.

Attraverso questo nuovo prodotto turistico si intende scoprire la bellezza e l’autenticità dei centri storici coinvolti. Quest’iniziativa fa parte di un grande Progetto d’Eccellenza Interregionale che vede il Lazio, l’Umbria, Le Marche e la Toscana cooperare attraverso un fil rouge, la promozione turistica dei borghi del Centro Italia, dove l’arte, la natura, l’enogastronomia e le tradizioni si incontrano.

Tra questi luoghi autentici, c'è anche Subiaco ltra i Borghi più belli d’Italia.

In un’epoca dove siamo pressati da incombenze continue, in cui la nostra vita è regolata da ritmi frenetici, si riscopre il Cammino come gesto e luogo,per riappropriarsi di sé stessi e della dimensione umana ed anche del rapporto con gli  altri.

Subiaco, che per secoli è stato crocevia di tante storie, ha un ruolo centrale anche nelle sedici  tappe del Cammino di San Benedetto, sedici tappe che idealmente ripercorrono la vita del santo e cruciale è questo borgo, perché qui un giovanissimo  Benedetto da Norcia decise di ritirarsi a vita eremitica in una grotta e da qui nascerà il Monachesimo Occidentale Benedettino. In questo cammino si ripercorrono le orme del santo nello spettacolare ed unico Monastero di San Benedetto o Sacro Speco, incastonato nella roccia e costruito intorno alla grotta dove visse il santo, luogo mistico e di indomita bellezza, dove l’arte e la storia si incontrano, per arrivare poi al Monastero di Santa Scolastica, il più antico monastero benedettino al mondo, l’unico rimasto, dei dodici che Benedetto costruì nella Valle dell’Aniene.

A Subiaco possiamo ammirare il sito archeologico della Villa di Nerone, si perché proprio in questi luoghi dalla natura impervia l’imperatore romano decise di costruire un gioiello di architettura ed ingegneria, tanto da diventare il prototipo per la Domus Aurea. Cosa più incredibile per realizzarla sbarrò il corso del fiume Aniene con tre dighe che andarono a creare altrettanti laghi artificiali. Articolandosi poi sui tre laghi venne chiamata Sublacqueum, nome che sarà poi ad origine del nome Subiaco, la città sotto i laghi.

Subiaco è anche natura, la meravigliosa natura del Parco Regionale dei Monti Simbruini, un ambiente incontaminato, ad appena un’ora da Roma. Si può percorrere a piedi per ritrovare quella dimensione autentica per assaporare la bellezza dei vicoli dei due centri storici che dalle sponde del fiume Aniene si arrampicano nei due centri storici, dove puoi perderti in un turbinio di colori, profumi e racconti degli abitanti del paese, fino ad arrivare al punto più alto, dove domina incontrastata la Rocca Abbaziale o Rocca dei Borgia. Luogo che custodisce la storia del paese, che ha visto avvicendarsi personaggi come l’abate Giovanni V da Farfa, Rodrigo Borgia, i Colonna, i Borghese, i Barberini, papi come Pio VI e Pio IX, e che ha dato i natali a due delle figure più controverse del Rinascimento italiano: Cesare e Lucrezia Borgia, i figli illegittimi di Rodrigo Borgia, futuro papa Alessandro VI. Un’altra delle figure fondamentali della storia del borgo sublacense è San Francesco D’Assisi ed infatti a lui sono dedicati due dei monumenti più importanti: Il Convento di San Francesco e il Ponte Medievale di San Francesco. Attraversando a piedi questo stupendo esemplare di Ponte a schiena, uno dei rari esemplari,si può arrivare in pochi minuti al Convento, intitolato al santo straordinario scrigno di arte dove si possono ammirare opere d’arte come per esempio  la magnifica pala d’altare di Antognazzo Romano.  Insomma Subiaco è veramente un borgo tutto da scoprire camminando e respirando l’atmosfera di autenticità e di vita quotidiana…

 Provare per credere

 

News ed eventi