borgo medievale degli opifici centro rafting mulino carlani chiesa di san lorenzo monastero di san benedetto cappella della madonna monastero di san benedetto chiesa superiore monastero di santa scolastica chiostro cosmatesco monastero di santa scolastica chiostro gotico ponte medievale di san francesco la rocca dei borgia sala dei banchetti la rocca dei borgia sala della commenda la rocca dei borgia vista dell'orologio

Borgo Medievale degli Opifici.

Mulino Carlani - Centro rafting.

Chiesa di San Lorenzo.

Monastero di San Benedetto
Cappella della Madonna.

Monastero di San Benedetto
La Chiesa Superiore.

Monastero di Santa Scolastica
Il Chiostro Cosmatesco.

Monastero di Santa Scolastica
Il Chiostro Gotico.

Ponte Medievale di San Francesco.

Rocca dei Borgia
Sala dei Banchetti.

Rocca dei Borgia
Sala della Commenda.

Rocca dei Borgia
Il Giardino dell'Orologio.

Celebrazioni benedettine: il 10 marzo la fiaccola sarà a Subiaco

Pubblicato il 28/02/2013 00:00

Arriverà il 10 marzo prossimo a Subiaco la Fiaccola Benedettina. L’evento si svolge nell’ambito del programma di festeggiamenti delle Celebrazioni Benedettine 2013 che coinvolge anche le città di Norcia e Cassino.

Gli ultimi dettagli del programma sono stati stabiliti nel corso di un incontro che si è svolto a Norcia lo scorso 28 febbraio tra gli esponenti delle tre amministrazioni comunali. A guidare la delegazione sublacense il primo cittadino Francesco Pelliccia ed alcuni membri del Consiglio Comunale.

L’accensione delle Fiaccola Benedettina avverrà nella città di Norcia il prossimo 8 marzo, il giorno dopo sarà a Cassino, fino ad arrivare al 10 marzo quando la Fiaccola sfilerà per le strade del borgo di Subiaco accompagnata dal corteo storico delle città di Norcia e Cassino.

Celebrazioni, quelle in onore del Santo Patrono d’Europa, che varcheranno anche i confini nazionali. Quest’anno, infatti, la città di Subiaco “scorterà” la fiaccola fino a Parigi. Proprio nella capitale francese la Fiaccola Benedettina sarà accolta nella Cattedrale di Notre Dame.

Scopo della visita istituzionale a Parigi, è proprio il tentativo di portare Subiaco al centro dell’attenzione internazionale, grazie all’inestimabile patrimonio culturale di cui dispone.