borgo medievale degli opifici centro rafting mulino carlani chiesa di san lorenzo monastero di san benedetto cappella della madonna monastero di san benedetto chiesa superiore monastero di santa scolastica chiostro cosmatesco monastero di santa scolastica chiostro gotico ponte medievale di san francesco la rocca dei borgia sala dei banchetti la rocca dei borgia sala della commenda la rocca dei borgia vista dell'orologio

Borgo Medievale degli Opifici.

Mulino Carlani - Centro rafting.

Chiesa di San Lorenzo.

Monastero di San Benedetto
Cappella della Madonna.

Monastero di San Benedetto
La Chiesa Superiore.

Monastero di Santa Scolastica
Il Chiostro Cosmatesco.

Monastero di Santa Scolastica
Il Chiostro Gotico.

Ponte Medievale di San Francesco.

Rocca dei Borgia
Sala dei Banchetti.

Rocca dei Borgia
Sala della Commenda.

Rocca dei Borgia
Il Giardino dell'Orologio.

SUBIACO 2015: 550° Anniversario del Primo Libro Stampato in Italia

Pubblicato il 12/01/2015 10:13

Si è svolta nella giornata di giovedì 8 Gennaio 2015, la Conferenza Stampa presso Palazzo Ferrajoli, in Roma, per il 550° Anniversario del primo Libro stampato in Italia.

L’incontro, si è aperto in una cornice di artisti, numerose personalità del mondo della cultura e dello spettacolo, con l’introduzione del Sindaco di Subiaco, il Dott. Francesco Pelliccia, che ha ribadito con orgoglio il primato di Subiaco nella Stampa, esternando la volontà e l'impegno a far tornare Subiaco culla artistica e culturale italiana. A seguire, l’intervento dell’assessore al Turismo del Comune di Subiaco, Roberto Pelliccia che ha presentato in linea generale molte delle iniziative previste per “Subiaco 2015”, che prevedranno mostre, incontri didattici, approfondimenti di studio, rappresentazioni musicali di carattere turistico-culturale che si svolgeranno durante tutto il corso dell' anno. I festeggiamenti si apriranno dopo i festeggiamenti di “Marzo Benedettino”, precisamente il 28 Marzo 2015 con l’inaugurazione di un importante polo museale di Subiaco: il Borgo dei Cartai. In ultimo l’Assessore Pelliccia si è rivolto ai cittadini di Subiaco, per ribadire la grande rilevanza culturale ed artistica del nostro territorio, non sempre riconosciuta ed apprezzata. In onore della prossima apertura del Borgo dei Cartai, la parola è stata lasciata ad uno dei creatori di questo progetto, Marco Orlandi, cittadino ed artista sublacense, rappresentante dell’Associazione Culturale Elice. Il Borgo non sarà un museo statico volto ad interessare solo pochi appassionati, bensì un laboratorio dove poter toccare con mano la carta realizzata a mano, grazie a Marco ed altri fondatori che attraverso la loro immensa passione e grazie al Professor Meroni, hanno riprodotto fedelmente tutti i macchinari utilizzati nella Cartiera di Subiaco risalenti al XVII secolo; sarà pertanto un luogo attivo dove imparare arti e mestieri locali, attraverso corsi e lezioni a livello didattico. Esprimendo un grande riconoscimento all’attuale amministrazione comunale, senza la quale nulla sarebbe stato possibile e soprattutto ai suoi amici, ideatori di questo importante progetto, l'artista ha concluso il suo intervento lasciando la parola alla Sig.ra Sira Lozzi in qualità di rappresentante del Comitato Culla della Stampa. La scrittrice, editrice ed artista sublacense, soffermatasi maggiormente su ambiti perlopiù storico-letterari, ha descritto brevemente i quattro libri stampati nel Monastero di Santa Scolastica negli anni di permanenza dei due monaci tedeschi; ha introdotto il "Subiaco type",carattere di scrittura nato a Subiaco dalle forme tonde e regolari volto a facilitare la lettura e per questo utilizzato da diversi scrittori di rilevanza internazionale. L'editrice ha inoltre rivendicato il primato di Subiaco nell'editoria italiana: i tedeschi A. Pannartz e C. Sweynheym oltre ad introdurre la Stampa, intorno al 1465, impiantando la prima tipografia della penisolaa Subiaco, precisamente nel Monastero di S.Scolastica, portarono una nuova cultura, quella della diffusione del libro.

Importante anche la partecipazione di Don Maurizio O.S.B., presente all'incontro in rappresentanza ufficiale dell’Abate di Subiaco S.E. Mauro Meacci, il quale ha invitato tutti i presenti a visitare le bellezze dei nostri Monasteri appoggiato anche dalla Dott.ssa June Di Schino, docente universitario presso l'Università degli studi di Roma Tre, ricercatrice di manoscritti e grande studiosa ed appassionata di biblioteche, intervenuta sottolineando l'importanza delle stesse, soprattutto quelle benedettine, per la divulgazione della cultura, del sapere

Attraverso questa serie di iniziative vogliamo rilanciare il ruolo di Subiaco come centro culturale d'eccellenza, di rilievo nazionale ed internazionale. Subiaco deve avere l’ambizione di guardare lontano" - ha concluso il Sindaco di Subiaco, lasciando la parola a giornalisti esterni di rilievo, a personalità di spicco nel mondo della cultura e dell'arte che hanno dato valore artistico e culturale all'evento tra cui l'attrice e nota insegnante di recitazione, Fioretta Mari. Tutti si sono mostrati interessati al progetto riguardante il "Borgo dei Cartai", entusiasti di questa volontà di portare avanti grandi idee per valorizzare, far conoscere questa piccola Città della prima tipografia italiana, che racconta la storia della carta e della stampa.


 

News ed eventi